Le Storie di Maya

Le Storie di Maya

A te sta capire le regole del gioco e vincere. E mentre lasci intatto ogni insegnamento terreno, sciogli nel piatto ogni possibile lamento. E mentre lasci integro ogni valore, ogni virtù, ogni insegnamento profondo, ferma il pensiero, ferma il secondo. Rimodellare, con amore. “Trasformare il dolore in devozione.” Hai una famiglia di eredità violenta, ho antenati di abusi sessuali, hai nel DNA, nel corpo fisico, quei codici completi. Ho una trisavola scienziata, un campione, un devoto, un Papa, hai un Santo, un missionario, un omicida, ho un povero, un poeta, un folle dittatore, un cavaliere.

L’Insegnante di Kundalini Yoga

L’Insegnante di Kundalini Yoga

Due spinte, uguali e contrarie, sciorinavano e sbrogliavano quel mistero per la prima volta, allungandosi ed espandendosi attraverso i tanti strati di Maya. Sopra e sotto, in alto e in basso, il germoglio tendeva al cielo, le radici al centro del sentiero. Attraverso le piogge, le sfide, le tensioni, attraverso i giorni migliori di una primavera di intenzioni, il piccolo cresceva e cresceva, con sforzi e gioie, resistenze e fioriture.

Rahao – Prova A Prenderti Una Pausa

Rahao – Prova A Prenderti Una Pausa

Nelle Shabd, nel Siri Gurū Granth Sahib, troviamo delle “Rahao”, “pausa”. È la pausa in cui chi scrive assapora il flusso di esperienza che sta trasmettendo. È la pausa che viene offerta al lettore, che sprigiona il valore e l’espansione delle parole appena ripetute, preparando il terreno della mente per quelle a seguire. Una sospensione sostanziale e sostanziosa che crea spazio, mentale, temporale e fisico, riequilibria il respiro, distribuisce e ottimizza il potere delle parole e il potere del silenzio.

Coronavirus Hai paura del buio?

Coronavirus Hai paura del buio?

Ora che qualcosa ci tiene più distanti, ora che gli abbracci e il contatto umano vengono limitati, ora la tecnologia di cui disponiamo e di cui abusiamo continuamente per inezie, può rendersi utile, utile veramente. Non per mostrare i nostri “ego” al mondo, ma per restare connessi, confrontarci, confortarci, annullare le distanze imposte, fargliela vedere, non darla vinta allo sconforto e alla paura, parlare, scrivere, fare nuovi progetti per quando ci sarà da rimettere in ordine e ripartire.

Protezione di Viaggio

Protezione di Viaggio

Questo è il Mangala Charan Mantra che si vibra, per tre volte, all’apertura di una lezione, pratica o meditazione di Kundalini Yoga come insegnato da Yogi Bhajan, subito dopo la vibrazione dell’Ong Namo. Con esso, che circonda il nostro campo elettromagnetico di Luce, ci connettiamo alla Verità più profonda del nostro cuore, all’infinità invisibile del nostro sé più elevato, disperdendo i dubbi per trovare guida e protezione. Yogi Bhajan diceva di recitare questo Mantra anche prima di un viaggio in macchina, come protezione.

Pin It on Pinterest